Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

Mediaconsul.com - Informativa sull'utilizzo dei cookies

LA PRIVACY POLICY DI QUESTO SITO

PERCHE’ QUESTO AVVISO

In questa pagina si descrivono le modalità di gestione del sito in riferimento al trattamento dei dati personali degli utenti che lo consultano.
Si tratta di un’informativa che è resa anche ai sensi dell'art. 13 del d.lgs. n. 196/2003 - Codice in materia di protezione dei dati personali  a coloro che interagiscono con i nostri servizi web per la protezione dei dati personali, accessibili per via telematica sul dominio: www.mediaconsul.com
L’informativa è resa solo per il dominio sopra indicato e non anche per altri siti web eventualmente consultati dall’utente a partire da questo sito.
L’informativa si ispira anche alla Raccomandazione n. 2/2001 che le autorità europee per la protezione dei dati personali, riunite nel Gruppo istituito dall’art. 29 della direttiva n. 95/46/CE , hanno adottato il 17 maggio 2001 per individuare alcuni requisiti minimi per la raccolta di dati personali on-line, e, in particolare, le modalità, i tempi e la natura delle informazioni che i titolari del trattamento devono fornire agli utenti quando questi si collegano a pagine web, indipendentemente dagli scopi del collegamento.

INFORMATIVA ai sensi del Decreto Legislativo n. 196/2003 sulla Privacy

Comunichiamo che i dati personali da Lei forniti o acquisiti automaticamente dal sistema informatico saranno trattati in conformità con quanto previsto dal D.Lgs 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), sulla base dei principi di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Ai sensi dell'articolo 13 del predetto decreto, Le forniamo quindi le seguenti informazioni:

FINALITA’ DEL TRATTAMENTO

I dati personali forniti spontaneamente degli utenti che consultano liberamente il sito, che inoltrano la loro candidatura a fini lavorativi, che effettuano richieste di invio di materiale informativo o che comunicano qualsiasi altra informazione nella veste di consumatori dei prodotti e servizi aziendali saranno trattati al fine di:
a) fornire il servizio da Lei richiesto;
b) consultare, formulare ed elaborare e la risposta o l'invio di preventivi e offerte conseguenti la sua richiesta di informazioni o di proposte di servizi e prodotti;

I dati automaticamente acquisiti dal sistema informatico* verranno utilizzati al solo fine di:
c) ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito
d) verificare il corretto funzionamento del sistema informatico

*dati acquisiti automaticamente dal sistema informatico
I sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento di questo sito web acquisiscono, nel corso del loro normale esercizio, alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Si tratta di informazioni che non sono raccolte per essere associate a interessati identificati, ma che per la loro stessa natura potrebbero, attraverso elaborazioni ed associazioni con dati detenuti da terzi, permettere di identificare gli utenti.
In questa categoria di dati rientrano gli indirizzi IP o i nomi a dominio dei computer utilizzati dagli utenti che si connettono al sito, gli indirizzi in notazione URl (Uniform Resource Identifier) delle risorse richieste, l’orario della richiesta, il metodo utilizzato nel sottoporre la richiesta al server ed altri parametri relativi al sistema operativo e all’ambiente informatico dell’utente. Questi dati vengono utilizzati al solo fine di ricavare informazioni statistiche anonime sull’uso del sito e per controllarne il corretto funzionamento e vengono cancellati immediatamente dopo l’elaborazione. I dati potrebbero essere utilizzati per l’accertamento di responsabilità in caso di ipotetici reati informatici ai danni del sito: salva questa eventualità, allo stato i dati sui contatti web non persistono per più di sette giorni.

MODALITA’ DI TRATTAMENTO

Il trattamento dei dati sarà effettuato sia manualmente sia con l'ausilio di mezzi informatici e telematici a mezzo posta ordinaria od elettronica.
I dati saranno conservati sia in archivi cartacei sia in archivi elettronici per il tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
Il conferimento dei dati personali nei moduli inviati tramite form da parte dell'interessato è facoltativo: in mancanza della compilazione completa dei dati contrassegnati con l'asterisco come "obbligatori", il Servizio richiesto non potrà essere erogato. Il mancato conferimento dei restanti dati non contrassegnati come "obbligatori" consentirà comunque l'ottenimento del Servizio.
I suoi dati personali potranno essere comunicati a terzi per adempiere ad obblighi di legge, ovvero per rispettare ordini provenienti da pubbliche autorità ovvero per esercitare un diritto in sede giudiziaria. I suoi dati personali non saranno oggetto di diffusione.

TITOLARE DEL TRATTAMENTO

Il titolare del trattamento è: mediaconsul.com di Alessandro Degioanni, Piazza Repubblica 2, 12100 San Rocco Castagnaretta (CN)

 

INCARICATI DEL TRATTAMENTO

I dati potranno venire a conoscenza degli incaricati di trattamento nominati dalla nostra società nell’ambito della gestione del Servizio richiesto ed alle previste attività di marketing.

 

DIRITTI DELL'INTERESSATO

In ogni momento potrà esercitare i Suoi diritti nei confronti del titolare del trattamento, ai sensi dell'articolo 7 del D.lgs.196/2003:

L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione:
dell'origine dei dati personali;
b) delle finalità e modalità del trattamento;
c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;
d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;
e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

L'interessato ha diritto di ottenere:
l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;
b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;
c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:
a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;
b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Per ulteriori informazioni www.garanteprivacy.it

 


COOKIE POLICY

I cookie sono stringhe di testo di piccole dimensioni che i siti visitati dall’utente inviano al suo terminale (solitamente al browser) dove vengono memorizzati per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla successiva visita del medesimo utente. Si individuano due macro-categorie: cookie “tecnici” e cookie “di profilazione”.
Questo sito utilizza i c.d. cookie “tecnici” al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio esplicitamente richiesto dall’utente, al fine di erogare tale servizio” ( art. 122, comma 1, del Codice): possono essere suddivisi in cookie di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate) e/o cookie analytics, assimilati ai cookie tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso e/o cookie di funzionalità, che permettono all’utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l’acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.
L’uso di cookie “tecnici” (variabili di sessione i cui valori memorizzati sul disco fisso del dispositivo possono comunque essere cancellati: è inoltre possibile disabilitare i cookie seguendo le indicazioni fornite dai principali browser) è strettamente limitato alla trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) e di dati di utilizzo del software necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito: le variabili (c.d. cookie) di sessione possono evitare il ricorso a tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.
Questo sito non fa in alcun modo uso di cookie c.d. “di profilazione” (volti a creare profili relativi all’utente ed utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete).
Questo sito fa uso di cookie c.d. “di terze parti” volti a ricevere sul proprio dispositivo, nel corso della navigazione su un sito, cookie inviati da siti o da web server diversi (l’archiviazione delle informazioni avviene presso i soggetti terzi): un esempio è rappresentato dalla presenza dei “social plugin” per Facebook, Twitter, Google+ e Linkedin (si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante) il cui utilizzo è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network (la presenza di questi “plugin” comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti: la gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento).

La presente cookie policy ha lo scopo specifico di illustrare i tipi, le modalità di utilizzo nonché di fornire indicazioni circa le azioni per rifiutare o eliminare i cookie presenti sul sito web, se lo si desidera.

a. Cosa sono e come vengono utilizzati i cookie

I cookie sono stringhe di testo inviate da un web server (per es. il sito) al browser Internet dell’utente, da quest’ultimo memorizzati automaticamente sul computer dell’utente e rinviati automaticamente al server a ogni occorrenza o successivo accesso al sito.

Per default quasi tutti i browser web sono impostati per accettare automaticamente i cookie.

Questo sito web utilizza o può utilizzare, anche in combinazione tra di loro, le seguenti categorie di cookie, suddivisi in base alla classificazione proposta nelParere 04/2012 relativo all’esenzione dal consenso per l’uso di cookie emesso dal Gruppo di Lavoro ex art. 29 in ambito comunitario (reperibile qui: http://ec.europa.eu/justice/data-protection/article-29/documentation/opinion-recommendation/files/2012/wp194_it.pdf#h2-8):

  • di “sessione” che vengono memorizzati sul computer dell’utente per mere esigenze tecnico-funzionali, per la trasmissione di identificativi di sessione necessari per consentire l’esplorazione sicura ed efficiente del sito; essi si cancellano al termine della “sessione” (da cui il nome) con la chiusura del browser. Questo tipo di cookie evita il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti;

  • persistenti” che rimangono memorizzati sul disco rigido del computer fino alla loro scadenza o cancellazione da parte degli utenti/visitatori. Tramite i cookie persistenti i visitatori che accedono al sito (o eventuali altri utenti che impiegano il medesimo computer) vengono automaticamente riconosciuti a ogni visita. I cookie persistenti soddisfano a molte funzionalità nell’interesse dei navigatori (come per esempio l’uso della lingua di navigazione oppure la registrazione del carrello della spesa negli acquisti on line. Tuttavia, i cookie persistenti possono anche essere utilizzati per finalità promozionali o, persino, per scopi di dubbia liceità. I visitatori possono impostare il browser del computer in modo tale che esso accetti/rifiuti tutti i cookie o visualizzi un avviso ogni qual volta viene proposto un cookie, al fine di poter valutare se accettarlo o meno. L’utente è abilitato, comunque, a modificare la configurazione predefinita (di default) e disabilitare i cookie (cioè bloccarli in via definitiva), impostando il livello di protezione più elevato.

Queste due tipologie di cookie (di sessione e persistenti) possono a loro volta essere

  • di “prima parte” quando sono gestiti direttamente dal proprietario e/o responsabile del sito web

  • di “terza parte” quando i cookie sono predisposti e gestiti da responsabili estranei al sito web visitato dall’utente.

b. Come funzionano e come si eliminano i cookie

Le modalità di funzionamento nonché le opzioni per limitare o bloccare i cookie, possono essere effettuate modificando le impostazioni del proprio browser Internet.

Come posso disabilitare i cookie? 
La maggior parte dei browser (Internet Explorer, Firefox, etc.) sono configurati per accettare i cookie. Tuttavia, la maggior parte dei browser permette di controllare e anche disabilitare i cookie attraverso le impostazioni del browser. Ti ricordiamo però che disabilitare i cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del sito e/o limitare il servizio offerto.

È possibile inoltre visitare il sito, in lingua inglese, www.aboutcookies.org per informazioni su come poter gestire/eliminare i cookie in base al tipo di browser utilizzato.

Per eliminare i cookie dal browser Internet del proprio smartphone/tablet, è necessario fare riferimento al manuale d’uso del dispositivo.

c. Elenco dei cookie che potrebbero essere presenti su questo sito web

La tabella a fondo pagina riporta,  i siti web che vi afferiscono, associati ai cookie presenti.

Come riportato sub a), i cookie possono essere oltre che di sessione e persistenti anche di terza parte. Questi ultimi ricadono sotto la diretta ed esclusiva responsabilità dello stesso gestore e sono suddivisi nelle seguenti macro-categorie:

  • Analitycs. Sono i cookie utilizzati per raccogliere e analizzare informazioni statistiche sugli accessi/le visite al sito web. In alcuni casi, associati ad altre informazioni quali le credenziali inserite per l’ accesso ad aree riservate (il proprio indirizzo di posta elettronica e la password), possono essere utilizzate per profilare l’utente (abitudini personali, siti visitati, contenuti scaricati, tipi di interazioni effettuate, ecc.).

A titolo esemplificativo, Google Inc. per avere informazioni statistiche di tipo aggregato, utili per valutare l’uso del sito web e le attività svolte da parte del visitatore, memorizza le informazioni raccolte dal cookie, su server che possono essere dislocati negli Stati Uniti o in altri paesi. Google si riserva di trasferire le informazioni raccolte con il suo cookie a terzi ove ciò sia richiesto per legge o laddove il soggetto terzo processi informazioni per suo conto. Google assicura di non associare l’indirizzo IP dell’utente a nessun altro dato posseduto al fine di ottenere un profilo dell’utente di maggiore dettaglio. Ulteriori informazioni sulla privacy e sul loro uso sono reperibili direttamente sui siti dei rispettivi gestori.

  • Widgets. Rientrano in questa categoria tutti quei componenti grafici di una interfaccia utente di un programma, che ha lo scopo di facilitare l’utente nell’interazione con il programma stesso. A titolo esemplificativo sonowidget i cookie di facebook, google+, twitter. Ulteriori informazioni sulla privacy e sul loro uso sono reperibili direttamente sui siti dei rispettivi gestori.

  • Advertsing. Rientrano in questa categoria i cookie utilizzati per fare pubblicità all’interno di un sito. Google, Tradedoubler rientrano in questa categoria. Ulteriori informazioni sulla privacy e sul loro uso sono reperibili direttamente sui siti dei rispettivi gestori.

  • Web beacons. Rientrano in questa categoria i frammenti di codice che consentono a un sito web di trasferire o raccogliere informazioni attraverso la richiesta di un’immagine grafica. I siti web possono utilizzarli per diversi fini, quali l’analisi dell’uso dei siti web, attività di controllo e reportistica sulle pubblicità e la personalizzazione di pubblicità e contenuti.

d. Utilizzo di Flash cookie

Il sito web può utilizzare Adobe Flash Player per offrire alcuni contenuti multimediali. Sulla maggior parte dei computer il programma risulta installato di “default”.

Nel caso in cui si utilizzino alcuni di questi contenuti, Google Analytics memorizza dei dati aggiuntivi sul computer, conosciuti anche come Flash cookie (o Local Share Object) per il tramite dei quali il titolare è in grado di conoscere il numero totale di volte in cui viene aperto un certo file audio/video, il numero di persone che lo utilizza fino alla fine e quante persone, invece, lo chiudono prima del termine.

Il sito web di Adobe fornisce informazioni su come rimuovere o disabilitare i cookie di Flash (vedi http://www.adobe.com/products/flashplayer/security).

Si rammenta che limitare e/o eliminare l’uso di questo tipo di flash cookies può pregiudicare le funzioni disponibili per le applicazioni basate sulla tecnologia Flash.

Ulteriori informazioni specifiche

Sessione / temporanei: Questi cookie vengono cancellati dal vostro dispositivo quando uscite dal sito internet.

Permanenti / persistenti: Questi cookie non vengono cancellati dal vostro dispositivo quando uscite dal sito internet. Rimangono sul vostro dispositivo per un lasso di tempo maggiore.

PERFORMANCE

Tipologia cookie

Cosa fa

Quanto dura?

Chi li usa

Analitico / Tracking

Fornisce informazioni anonime / aggregate su dove andate e cosa fate sul nostro sito e su altri siti internet.

Persistente, sessione e terze parti

Google Analytics
YouTube Tracking
Php-Stats
ShinyStats

FUNZIONALITÀ

Social Media  / condivisione (sharing)

Vi permettono di condividere commenti / valutazioni / pagine / bookmark e vi aiutano a semplificare l’accesso ai social network e agli strumenti sociali su internet.

Terze parti

Facebook
Twitter

YouTube
Pinterest
Google+
Instagram
LinkedIn
Tripadvisor

VARIE

Rich Media

Sostengono vari e diversi elementi di funzionalità sui nostri Siti e sui siti associati, come la visualizzazione di video, l’uso di codici di coupon internet / applicazioni fedeltà e il download di musica.

Persistente, sessione e terze parti

Facebook
Twitter

YouTube
Pinterest
Google+
Instagram
LinkedIn
 
Tripadvisor

Beacon Domini

I ‘Web beacon’ (fari internet, anche conosciuti con il nome web bugs / pixel tags /clear GIFs) controllano il comportamento dei visitatori sui siti internet e possono fornire informazioni su per esempio cosa gli utenti fanno sui siti internet e gli indirizzi IP degli utenti a società terze.

Persistente, sessione e terze parti

Php-Stats

Altro

Sostengono vari e diversi elementi di funzionalità sui nostri Siti.

Persistente, sessione e terze parti

Maps.google.com
Sessione Java
Sessione PHP

Elenco privacy & cookie policy dei gestori di cookie di terze parti che potrebbero essere utilizzati su questo sito:

https://www.google.it/intl/it/policies/privacy/
https://www.facebook.com/help/cookies/
https://twitter.com/privacy?lang=it

Società Agricola
fb ban 2017

Territorio

È impresa ardua ricostruire le origini della presenza ebraica in Piemonte. Secondo alcune fonti i primi ebrei giungono a Torino al tempo di San Massimo (400 d.C.) e forse ad Asti e a Vercelli in età carolingia, ma sicuramente si tratta di una presenza temporanea. Non è possibile parlare di comunità stabile fino al XV secolo, quando il Piemonte accoglie flussi di ebrei provenienti dalla Francia in seguito alle tre cacciate (1306, 1322, 1394). La prima comunità ebraica piemontese definibile in quanto tale è quella di Savigliano (1404) ma ben presto anche nei paesi vicini e nella stessa Torino si stabilisce un certo numero di famiglie destinato a crescere nel tempo. Di certo nel 1430 il numero di ebrei è consistente, poiché Amedeo VIII con la promulgazione degli Statuta Sabaudiae, un corpus di norme civili, penali e amministrative, si premura di regolamentarne i rapporti con il regno.

 

Gli ebrei stabilitisi in Piemonte tengono banchi di prestito e commerciano in grano e prodotti agricoli. Fra loro vi sono anche alcuni studiosi importanti come Rabbi Yehiel Raphael Bellin (1375-1450), autore di responsa e rabbi Josef Colon detto Maharik, importante pensatore e Maestro dei banchieri ebrei e dei bambini nonché dei tanti allievi che si recano a Savigliano da tutta Italia, Savoia e Germania per studiare con lui. Secondo l’opera Shalshelet ha-kabbalah di Gedalia Ibn Yahya nel XV secolo in Piemonte vivono circa una trentina di studiosi ebrei, impegnati nello studio del Talmud, della Bibbia e dei codici legali, soprattutto il Mishne Torah di Maimonide; il loro pensiero è fortemente influenzato dalla tradizione francese come dimostra anche l’uso del rito APAM, acronimo che indica un particolare modo di cantillare il testo impiegato esclusivamente nelle città di Asti Fossano, Moncalvo. Dai responsa di Maharik emerge inoltre interesse per la letteratura midrashica, lo studio della lingua, la filosofia e la cabala.

Nel 1500 il Piemonte viene travolto dalle contese sanguinose tra Francia e Spagna e gli ebrei vivono temporanee cacciate che per lo più si risolvono con un passaggio temporaneo da una città all’altra. A metà del secolo sono 300-400 gli ebrei sotto il dominio dei Savoia, pochi di meno nel Monferrato e un centinaio nel Marchesato di Saluzzo. Nel 1560 Emanuele Filiberto decreta la cessazione dell'attività dei prestatori e la cacciata di tutti gli ebrei ma il provvedimento non viene attuato grazie all’intermediazione di Margherita di Valois, moglie del duca e sorella del re di Francia. Emanuele Filiberto cambia atteggiamento e affida quasi esclusivamente agli ebrei la gestione del prestito, come già avviene nel vicino Monferrato governato dai più clementi Gonzaga. La privativa concessa agli ebrei piemontesi prosegue con Carlo Emanuele I e alla fine del 1500 sono 50 le aziende bancarie in mano agli ebrei, sia nelle grandi città sia nei centri minori. Nel 1624 si arriva addirittura a 100, grazie anche all’annessione del Marchesato di Saluzzo e a nuovi flussi immigratori. Gli ebrei rivestono un ruolo economico importante e Carlo Emanuele I ne è cosciente; forse proprio per questo nonostante le insistenze del cardinale Carlo Borromeo, non provvede né all’espulsione degli ebrei né alla loro reclusione nel ghetto, che verrà istituito a Torino solo nel 1679, mentre per le altre città del Piemonte occorre attendere fino agli anni 20 del 1700. A differenza del resto d’Italia in cui le comunità ebraiche sono concentrate in grandi città, in Piemonte la presenza è distribuita in modo omogeneo su tutto il territorio e anche i piccoli paesi hanno la loro Università Israelitica e il loro ghetto, con tante piccole sinagoghe, veri e propri gioielli in stile barocco e rococò.  
Nel 1761 i 4200 ebrei sono così distribuiti: poco più di 1200 a Torino, 700 a Casale Monferrato, 400 ad Alessandria e oltre 200 ad Acqui, Moncalvo e Vercelli, poco più di 100 a Cuneo, Fossano, Asti Savigliano e Carmagnola e gruppi più piccoli in località minori. 
Nel 1802 il Piemonte viene annesso alla Francia e con la legislazione napoleonica agli ebrei viene concesso di esercitare in privato il loro culto; i più abbienti si trasferiscono fuori dal ghetto e si crea nuova ricchezza. Il 1° marzo 1816 però, con decreto regio vengono ripristinati i portoni del ghetto e ai suoi abitanti è fatto divieto di frequentare le scuole pubbliche e di esercitare qualsiasi professione liberale per cui sia necessaria una laurea. 
Gli ebrei piemontesi si distinguono per l’impegno nei moti risorgimentali: a Vercelli, centro della cospirazione, sono proprio loro a gestire il materiale propagandistico mentre il collegio Foà, istituto di istruzione ebraica diventa focolare di agitazione politica.
Impegno politico e lotta per la libertà contraddistinguono le comunità ebraiche del Piemonte. A partire dal 1845 il rabbino capo di Torino, Lelio Cantoni, un progressista, organizza un gruppo di coordinamento tra le diverse comunità ebraiche che ha lo scopo di sensibilizzare le autorità sulla questione ebraica. Riesce a fare breccia con il marchese Roberto d’Azeglio, che dapprima tenta senza successo di farsi ascoltare dai vescovi e poi presenta una supplica al re, firmata da 600 cittadini influenti, tra cui Camillo Cavour e Cesare Balbo. La sua azione, supportata da diverse pubblicazioni tra cui quella di Massimo D’Azeglio e del giurista torinese Maffoni, esercitano la giusta pressione su Carlo Alberto che con statuto datato 25 marzo 1848 dichiara gli ebrei definitivamente emancipati.
Sempre in Piemonte vengono avanzate le proposte per il nuovo ordinamento dell’ebraismo italiano che verrà codificato dalla legge Rattazzi nel 1857. Sono anni d’oro, che vedono l’ascesa di grandi personaggi e piccole ma importanti riforme in ambito liturgico, promosse dal rabbino Samuele Olper sulla scia della più imponente riforma che in quegli anni vive la Germania. A Vercelli nasce una delle voci più importanti della stampa ebraica italiana: L'educatore Israelita diretto da Giuseppe Levi ed Esdra Pontremoli, che nel 1874 viene trasferito a Cuneo e prende il nome di Il Vessillo Israelitico sotto la direzione di Flaminio e Ferruccio Servi. Entrambe le testate sono utili per comprendere la fisionomia dell’ebraismo piemontese, preoccupato soprattutto dell’educazione delle nuove generazioni e del recupero della coscienza storica. Gli ebrei piemontesi vivono appieno la libertà e si integrano nel contesto urbano, costruendo nuove e grandi sinagoghe; come già in passato dimostrano il loro impegno politico e a differenza di molte altre comunità ebraiche italiane, contribuiscono a diversi aspetti della vita civica nell’Italia Unita.
Come disse Primo Levi “Se gli ebrei non fossero stati qui, il Piemonte e la sua storia sarebbero stati diversi”.

Maria Teresa Milano

 

Mondovì

La Comunità ebraica di Mondovì, seppure esigua nel numero, fu comunque importante per la realtà cittadina.

Marco Levi, ultimo ebreo di Mondovì, ha retto le sorti di questa piccola Comunità per tutta la seconda parte del XX secolo e in ricordo dell’importanza della sua opera per la città gli è stata dedicata l’odierna piazzetta Marco Levi; è stata inoltre apposta una targa in sua memoria. Marco Levi fu il fondatore della nostra Amicizia della Provincia di Cuneo

La Sinagoga risale alla fine del settecento e si trova al secondo piano di un edificio un tempo abitato da famiglie ebraiche.

Cuneo

Nel 1406 il Comune concesse ad alcuni ebrei provenienti dalla Provenza di risiedere in città. In realtà si ha testimonianza certa di una stabile comunità ebraica solo nel 1436, quando il Consiglio Generale della Città approvò la reclusione degli ebrei in un angulo (ghetto).

La Sinagoga è il risultato di ristrutturazioni ottocentesche.

Al primo piano dell’edificio si può visitare l’aula scolastica, in cui sono conservati testi ebraici. Qui ha trovato la sua giusta collocazione la Biblioteca e Centro Studi sugli ebrei in Piemonte “Davide Cavaglion”

Al secondo piano potete ammirare la Sinagoga.

Saluzzo

 Si hanno notizie della presenza di ebrei a Saluzzo dal 1484. Risiedono anche nelle campagne del Marchesato: a Savigliano, Busca, Venasca, Vigone, Moretta. Nel 1631 il marchesato passa ai Savoia, gli ebrei a poco a poco si concentrarono a Saluzzo. In seguito molti trovarono casa a Torino.

Iscriviti al circolo Acli Comunità del Monastero di San Biagio così darai il tuo contributo alla sostentamento del Monastero e delle sue attività, potrai usufruire di innumerevoli servizi dedicati e scontati nonché accedere alle strutture del Monastero per un momento di relax, per una buona lettura o per un momento di condivisione religiosa, culturale e artistica. Per iscriverti vieni a trovarci in Monastero o chiama il 0174 060023.

Mediateca

Immagini dal Monastero
Multimedia